Cosa si aspetta Dio da te?

Il desiderio del Signore è certamente quello di farsi conoscere nella vita di ogni sua creatura.
Infatti Dio non ha creato ognuno di noi per lasciarci soli, in balia di questo mondo e senza interessarsi alle nostre vicende personali. Dio non solo desidera prendersi cura di te, ogni giorno della tua vita terrena, ma vuole che tu possa dimorare con Lui per l’eternità: “Egli è paziente verso noi, non volendo che alcuni periscano, ma che tutti giungano a ravvedersi” (II Pietro 3:9).
Se per tutti è necessario conoscere Dio, cosa ce lo impedisce?
La risposta è semplice: è il peccato. Una domanda sorge spontanea. Hanno peccato tutti oppure ci sono delle cosiddette “brave persone” che non hanno peccato?
La Bibbia ci insegna che: “difatti, tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Rom. 3:23).
Questo versetto spiega chiaramente che la condizione di peccato è comune a tutti gli uomini, nessuno escluso. Sulla base di questa realtà, che cosa occorre fare per abbandonare la propria condizione di peccato ed ottenere il perdono di Dio per tutti i peccati commessi?
Tanti pensano che sia sufficiente diventare “buoni” compiendo magari una serie di opere attraverso le quali si può “guadagnare” il regno dei cieli.
Pur senza sminuire l’importanza di fare delle buone opere, la Parola di Dio, tuttavia, precisa che: “È per grazia che voi siete stati salvati, mediante al fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù d’opere, affinché nessuno si glori” (Efes. 2:8-9).
Pertanto ogni azione compiuta con il fine di meritarsi la vita eterna è priva di valore agli occhi di Dio.La salvezza dell’anima si riceve per grazia; è cioè un dono che non meritavamo, frutto dell’infinito amore di Dio. Tutti eravamo destinati inesorabilmente a perire poiché :“Il salario del peccato è la morte” (Rom. 6:23).
Dio ha provveduto un sostituto perfetto, Cristo Gesù, senza macchia e senza difetto, cioè senza peccato, che è morto al posto nostro :“poiché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il Suo unigenito Figliolo, affinché chiunque crede in Lui non perisca ma abbia vita eterna”( Giov. 3:16). “Il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore” (Rom. 6:23).
La grande misericordia di Dio va incontro al peccatore :“difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Rom. 5:7-8).
Amico lettore, Dio si aspetta che tu possa chiederGli, con un cuore pentito, il perdono dei tuoi peccati accettando per fede che Gesù è morto sulla croce al posto tuo, riconoscendo altrettanto per fede che: “il sangue di Gesù ci purifica da ogni peccato” (I Giov. 1:7).

Chiudi il menu