Testimonianza Simone

Non più soltanto …..un bravo ragazzo

Sono sempre stato il classico bravo ragazzo: in gamba a scuola, niente colpi di testa, niente estremismi. Essendo figlio di credenti, sono cresciuto in chiesa, senza mai però diventarne effettivamente parte. Ero consapevole di quale fosse la Verità, ma io ero a fare la mia vita e Dio la Sua, senza preoccuparmi. Andavo alle riunioni di culto perché obbligato dai miei e non mi ribellavo per non avere rogne, ma niente di più.
Tutto questo fino all’estate 2014.
Un giorno di agosto ero seduto in chiesa e, come tutte le altre volte, ascoltavo la predicazione della Parola di Dio, quando accadde qualcosa di diverso. Mi resi conto che Dio stava parlando al mio cuore…il Signore mi voleva salvare!
Essere formalmente un bravo ragazzo non mi garantiva la vita eterna e neppure la certezza di vivere con Gesù al mio fianco! Realizzai pienamente di essere un peccatore e chiesi perdono a Dio per i miei peccati. Gli chiesi di salvarmi e di prendere la mia vita.
Rispondere apertamente a quella chiamata da parte di Dio non fu comunque facile. Temevo di infrangere l’immagine di “bravo ragazzo” che mi ero costruita, di mettermi in gioco. E gli altri cosa avrebbero pensato di me?
Ringrazio il Signore per avermi dato il coraggio di rispondere a quell’appello e di fidarmi di Lui. Ciò che posso testimoniare è di aver trovato il popolo Suo, la Chiesa del Signore pronta ad accogliermi….non a giudicarmi!
Tornato da quella riunione e per tutta la settimana seguente, pregai il Signore affinché mi donasse la certezza di essere diventato un Suo figliuolo. Iniziai a leggere la Parola di Dio con il desiderio di trovare una conferma e la mia attenzione fu catturata da queste parole:
 “Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi.  Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità.”  (1°lettera di Giovanni capitolo 1 versi 8 e 9)
Riguardava me! Io avevo confessato i miei peccati a Dio e Lui li aveva perdonati!
Non per i miei meriti, non per la mia esteriorità da bravo ragazzo, ma per la Grazia Sua! Gratis!
Così andai avanti e lessi:
perché, se con la bocca avrai confessato Gesù come Signore e avrai creduto con il cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato”(Lettera ai Romani capitolo 10 verso 9)
Il Signore mi aveva aperto gli occhi: ero diventato un figlio Suo! Mi aveva trasformato in una nuova creatura. Era esattamente quello che aveva fatto!
Da quel momento in poi, Dio ha continuato a darmi numerose dimostrazioni dell’opera che ha compiuto in me. Ho iniziato a vivere una nuova vita! Una vita segnata da un rapporto personale con un Dio vivente che si prende cura della mia vita a 360 gradi, che risponde alle preghiere e che parla in maniera inequivocabile.
Posso testimoniare di avere sbagliato tante volte e di avere trovato sempre Dio pronto a rialzarmi e a rinnovare la Sua grazia in me.
Un Dio fedele, al quale posso affidare le mie paure…i miei dubbi…le mie emozioni…i miei progetti e che mi ha sempre stupito facendo più di quanto potessi immaginare!
Ringraziando Dio, il 4 ottobre 2015 sono sceso nelle acque battesimali facendo un patto con Lui, un patto eterno!
E voglio servirLo.
Per Sua grazia, non è più soltanto il Dio dei miei genitori, ma è il mio Dio.

Simone

Chiudi il menu