Meditazioni e articoli

Conversione

“Io infatti non provo nessun piacere per la morte di colui che muore, dice il Signore, Dio. Convertitevi dunque, e vivete!” (Ezechiele 18:32)

Tutti vorremmo una vita degna di essere vissuta, piena di gioia e felicità, magarivorremmo che non finisse mai… ma ci accorgiamo che la nostra strada non va proprio in questa direzione!

“Conversione”

Che cosa vuol dire “Conversione”? Non significa cambiare religione, nemmeno cambiare idee, ma accorgersi di essere su una strada che non porta dove vorremmo andare veramente e quindi prendere un’altra strada. Gesù ha detto: “Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Vangelo di Giovanni 14:6). La via di Cristo è la strada vera che porta alla libertà, all’amore, alla giustizia, alla vita eterna.

Ma quante conversioni esistono?

Conversione emotiva

Dio ci tocca, gustiamo la bellezza, la grandezza, la santità di Dio per un momento. Ci emozioniamo, ma dura poco. È una benedizione “a pelle”, non del cuore. Non dura. Allora abbiamo bisogno di una nuova esperienza, di una nuova emozione, di sentire quel canto, quelle parole, quell’atmosfera, quel predicatore simpatico, per riprodurre ancora quell’emozione, quel brivido che ci ha fatto stare bene. Ma se il cuore non cambia non è vera conversione!

Conversione intellettuale

La mente aderisce all’Evangelo. Capiamo l’importanza di Gesù. Siamo d’accordo su tutto. Ma rimane tutto nella testa. Non scende nel cuore. Se non cambia il cuore, non è vera conversione!

Conversione vera, biblica

Coinvolge la mente e le emozioni, ma coinvolge anche il cuore. Arriva alle corde più intime e produce un cambiamento. Decidiamo con la nostra volontà di ricevere il dono di Dio che cambia la nostra vita. Noi decidiamo di abbandonare il peccato, cambiamo posizione, e l’intera vita è trasformata.

E allora succede che:

    1. La vera conversione ci fa realizzare che siamo perduti. Infatti “Il salario del peccato è la morte… (Lettera di Paolo ai Romani 6:23). Gesù aggiunge che lo Spirito Santo ci convincerà di peccato (Vangelo di Giovanni 16:8).
    2. La vera conversione ci fa realizzare che Cristo ha pagato per noi alla croce. Infatti, come è vero che il salario del peccato è la morte, è anche vero che “il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore”. Analogamente, così come lo Spirito Santo ci convincerà di peccato, ci convincerà anche di giustizia… Ha pagato Lui per noi.
      La giustizia di Dio è soddisfatta nella vita di Cristo, pura e innocente.
      Non si paga due volte! Io e te non dobbiamo pagare più nulla a Dio, solo dare il nostro ringraziamento e la lode sincera. Inoltre lo Spirito Santo alla conversione vera ci convince di giudizio, del fatto che il diavolo è condannato, giudicato, ha perso, è sconfitto e non dominerà più su noi. La croce è la nostra vittoria!
    3. La vera conversione porta il frutto di una nuova vita e un nuovo stile:
      1. Frutto di pentimento. Zaccheo quando incontrò Gesù disse: “Se ho frodato qualcuno di qualcosa gli rendo il quadruplo”. Hai chiesto perdono a Dio e agli uomini che hai offeso?
      2. b.Frutto di opere buone. La Bibbia ci invita a non stancarci di fare il bene e a camminare in modo degno del Signore, per piacergli in ogni cosa portando frutto in ogni opera buona. Qualcuno ha detto: “Fai tutto il bene che puoi, con ogni mezzo che puoi, in tutti i modi che puoi, in tutti i posti che puoi, in tutti i momenti che puoi, a tutte le persone che puoi, per tutto il tempo che puoi”.
      3. Frutto di ringraziamento. Come conseguenza dell’essere radicati ed edificati in Cristo, rafforzáti nella fede, siamo esortati ad abbondare nel ringraziamento.
      4. Frutto dello Spirito… che è “amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo” (Lettera di Paolo ai Galati 5:22).
      5. Frutto della giustizia. “Prego che il vostro amore abbondi sempre più… affinché siate ricolmi di frutti giustizia che si hanno per mezzo di Gesù Cristo a gloria e lode di Dio.” (Lettera di Paolo ai Filippesi 1:9-11).

Solo realizzando una vera conversione si può gustare la vita esuberante di cui parla Gesù!

Quella che stai leggendo è forse una riflessione un po’ schematica, ma spero che contribuisca a fare chiarezza tra i nostri giovani sul significato della conversione.

Eravamo morti e ora siamo vivi per i meriti di Cristo. La vita che viviamo può essere una vita nuova nella mente, nei sentimenti, nelle opere, nella gioia della Sua presenza.

Che vuoi fare di Gesù nella tua vita? La prima cosa che Lui vuole fare è cambiare te, poi ti darà anche potenza per servirLo. Questa è conversione!