Notizie

COOPERATE

Quando il 18 marzo, le Assemblies of God World Missions hanno annunciato che il direttore esecutivo Greg Mundis e il direttore regionale dell’Asia del Nord Ron Maddux erano positivi al Covid-19, nel mondo abbiamo pregato per loro, seguendo la loro vicenda. Questi fratelli, per settimane hanno combattuto per la propria vita; altri, tra cui Sandie, la moglie di Greg di origini italiane, Penny, la moglie di Ron, e Phyllis Benigas, missionario AoG in Belgio, hanno combattuto con vari livelli del virus. Grazie a Dio sono ora tutti a casa, ormai completamente riabilitati. Abbiamo pregato maggiormente quando abbiamo saputo che le condizioni di Greg sono peggiorate il 31 marzo, tanto da dover essere trasportato in aereo a St. Louis al Barnes Jewish Hospital. Qui, nell’unità di emergenza polmonare per l’assistenza specialistica ai pazienti Covid-19, le sue condizioni sono state altalenanti. Solo dal 4 aprile, Greg è risultato negativo ai test per Covid-19 e negli ultimi giorni ha fatto notevoli miglioramenti.

Il figlio di Greg e Sandie, che è medico chirurgo a San Diego, e ha seguito da vicino la vicenda perfettamente conscio dei rischi cui papà andava incontro, ha dato a noi tutti grande gioia quando il 22 aprile ci ha aggiornato con una notizia entusiasmante: «Papà è stato mandato a casa per completare il recupero!» Grazie a Dio anche Ron Maddux dopo una drammatica lotta contro il Covid-19 è potuto tornare a casa, e ringrazia quanti hanno pregato per lui.

Il 24 giugno 2020 ci è giunto questo messaggio, rivolto alla fratellanza ADI e inviatoci da Greg Mundis: “Cari fratelli, pace. Io e Sandie vi salutiamo nell’amore del Signore Gesù. Vogliamo ringraziarvi per tutto le preghiere che avete presentato al Signore in nostro favore. Entrambi abbiamo avuto il Covid-19, io sono stato intubato e ventilato per 35 giorni, in ospedale per due mesi, ma sono un miracolo anche grazie alle vostre preghiere che hanno fatto la differenza! Grazie moltissime. Ora sto affrontando un periodo di riabilitazione, miglioro di giorno in giorno e confido che continuerete a pregare perché possa riprendermi completamente. Dio vi benedica.

«Fratelli, non vogliamo che ignoriate riguardo all’afflizione che ci colse in Asia, che siamo stati molto provati, oltre le nostre forze, tanto da farci disperare perfino della vita. Anzi, avevamo già noi stessi pronunciato la nostra sentenza di morte, affinché non mettessimo la nostra fiducia in noi stessi, ma in Dio che risuscita i morti. Egli ci ha liberati e ci libererà da un così gran pericolo di morte, e abbiamo la speranza che ci libererà ancora. Cooperate anche voi con la preghiera, affinché, per il beneficio che noi otterremo per mezzo della preghiera di molte persone, siano rese grazie da molti per noi» (2 Cor.1:8-11)”

 

nella foto Sandie e Greg Mundis in un video messaggio da casa

 

da Risveglio Pentecostale luglio/agosto 2020