Notizie

PREGHIERA DEL MATTINO

‘Pregate in ogni tempo, per mezzo dello Spirito, con ogni preghiera e supplica; vegliate a questo scopo con ogni perseveranza. Pregate per tutti i santi’ (Efesini 6:18)

Dal 7 al 25 aprile, tutte le mattine alle ore 7:00, i credenti delle Chiese Evangeliche A.D.I. si sono uniti in preghiera per intercedere gli uni per gli altri, per l’intera Opera di Dio in Italia, per chiede a Dio di stendere la Sua mano. Il Consiglio Generale delle Chiese ha sentito il bisogno di unire in preghiera tutta l’Opera, chiedendole di intercedere presso Dio affinche’ liberi l’umanita’ da questo flagello e conceda al Suo popolo di sperimentare una grande risveglio di potenza che permetta l’annuncio dell’Evangelo in un tempo cosi’ difficile.
Le famiglie sono state invitate ad iniziare la giornata con la preghiera preceduta da una breve riflessione biblica, messa a disposizione dal sito internet delle A.D.I. e dai suoi canali social. Pur rimanendo nel proprio ambito familiare, quindi nel pieno rispetto delle normative emanate dal governo, diverse migliaia di credenti hanno invocato il Signore ‘separati ma uniti dalla comunione fraterna’.
Il periodo di preghiera si e’ concluso il 26 aprile con una 2a Giornata Nazionale di Preghiera, attuata secondo le modalita’ gia’ sperimentate nella prima di queste iniziative, il 22 marzo scorso. Ogni ora, dalle ore 8 alle ore 17, sono state messe a disposizione dei credenti, sempre attraverso il web e i canali social delle ADI, brevi meditazioni video a cura dei pastori membri del Consiglio Generale delle Chiese. Infine, alle ore 18 e’ stato trasmesso un culto via web nel quale il presidente delle A.D.I., il pastore Gaetano Montante, ha commentato il testo biblico di Marco 8:14-21.
All’ora del culto circa 10.000 collegamenti effettuati tramite il sito e i canali i social A.D.I., oltre a quelli realizzati tramite Radio Evangelo Network, le web-radio locali e i canali YouTube e pagine Facebook delle chiese locali, hanno trasformato il culto conclusivo in un grande raduno e una straordinaria evangelizzazione. Migliaia di persone, intere famiglie, hanno ascoltato il vibrante messaggio della Parola di Dio. L’efficacia dell’iniziativa si coglie anche dal tenore di alcuni messaggi giunti al Consiglio Generale delle Chiese. Ne scegliamo uno: ‘Desidero esprimere il mio ringraziamento al Signore, a tutti voi fratelli per tutte le riflessioni ed i messaggi ascoltati in questo mese di aprile. Ringrazio Dio anche per la tempistica che e’ stata attuata. Oggi si conclude questo periodo di preghiera delle nostre comunita’ e stasera ci sara’ l’intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana che dovrebbe illustrare le disposizioni per il prossimo futuro. Ringraziamo il Signore per il modo in cui la nostra Opera ha gestito questo particolarissimo periodo e preghiamo che ci dia la saggezza e la guida di gestire il periodo che verra”.
Nonostante il nostro Paese sia necessariamente in lockdown, non lo e’ ne’ la comunione fraterna, ne’ la predicazione dell’Evangelo. Nell’attesa che i locali di culto ritornino fruibili, incoraggiamoci con le parole del Salmo 42, verso 5: ‘Perche’ ti abbatti, anima mia? Perche’ ti agiti in me? Spera in Dio, perche’ lo celebrero’ ancora; egli e’ il mio salvatore e il mio Dio’.

Vincenzo Martucci

 

da Risveglio Pentecostale di maggio 2020, scaricabile qui:

RP-maggio-2020